Washington Promuove la destabilizzazione politica a Xinjiang Uygur

 

Da Vladislav Gulevich

La regione uigura dello Xinjiang della Cina è stata al centro delle notizie in relazione all'attacco terroristico il 29 ottobre 2013 in piazza Tienanmen a Pechino. Mentre non vi è alcuna prova del coinvolgimento straniero nell'attentato suicida di piazza Tienanmen, si segnala che Washington sostiene il movimento separatista nella regione autonoma dello Xinjiang uiguro.

 

La Regione autonoma Uigura dello Xinjiang è il confine occidentale della Cina (Xinjiang significa nuova frontiera in cinese).
 
Confina con la Russia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Afghanistan, Mongolia e lo stato indiano di Jammu e Kashmir. Nove milioni di uiguri (musulmani sunniti) costituiscono il 45% della popolazione totale della regione. Di tanto in tanto le proteste prendono la via della piazza chiedendo l'indipendenza dalla Cina. Gli Stati Uniti hanno un ruolo da svolgere in questa situazione. Difendono i separatisti sulla scena internazionale. La cultura o i diritti Uygur  on significano nulla per Washington, ne interessano, ma al contrario la regione gode di un'importanza strategica grazie alla sua posizione geografica, essendo situato nel cuore dell'Eurasia, che è visto come un settore vitale per gli interessi dagli Stati Uniti.

 

 

 

Per l'impero russo e l'Unione Sovietica, la regione dello  Xinjiang Uygur era una zona in cui i suoi interessi entravano in conflitto con la Gran Bretagna. La regione fornisce accesso all'India. Oggi vi è un conflitto di interessi con gli Stati Uniti, che ritiene importante strategicamente negare alla Russia e alla Cina un accesso all'Oceano Indiano.
 
Ottenere il controllo della regione autonoma dello Xinjiang Uygur significa ottenere un trampolino di lancio per la penetrazione degli Stati Uniti nel cuore dell'Eurasia. Per esempio, la posizione geografica del Kazakhstan lo rende una sorta di zona cuscinetto contro il radicalismo islamico proveniente dall'Afghanistan. Attraversando il territorio kazako, i radicali potrebbero arrivare in Russia (il Kazakistan confina con Astrakhan, Chelyabinsk, Saratov, Volgograd, Novosibirsk, Omsk e Tyumen; tutte regioni della Federazione Russa). Il Bashkiria musulmano e Tatarstan sono nelle vicinanze.

Mentre l'URSS riusciva a contenere la diffusione dell'estremismo islamico, grazie alla chiusura del confine meridionale, poiché il Kazakistan e la Siberia occidentale erano parti dell'Unione Sovietica. Tutto è cambiato ormai. L'intervento degli Stati Uniti in Afghanistan, ha esacerbato la situazione nei pressi della parte meridionale della Russia. Nel caso in cui gli Stati Uniti ottenessero un punto d'appoggio nella regione dello Xinjiang Uygur, le cose peggiorerebbero in modo esponenziale. Ci sono molti uiguri che vivono in Asia centrale (250.000 in Kazakistan, in Kirghizistan 60000, 50000 in Uzbekistan, ecc).

La regione è ricca di petrolio e gas, così come di metalli rari estratti dalla terra. Ci sono 52 minerali estratti in quella zona. E' un importante hub di commercio e di trasporto, un centro economico della Cina occidentale. I prodotti cinesi attraversano il suo territorio per essere trasportati al porto pachistano di Karachi per poi prendere la via per per l'Asia meridionale. Pakistan e Cina sono alleati strategici, la destabilizzazione del Xinjiang sarebbe un ostacolo per il flusso delle merci da Islamabad a Pechino. Le forze dell'ordine cinesi riferiscono che ci sono persone nella lista dei ricercati in Pakistan tra i separatisti uiguri morti. Pechino fa del suo meglio per avere buoni rapporti con Islamabad (1).
 
C'è un progetto di telecomunicazioni importante in fase di costruzione - la linea in fibra ottica Trans-Asiatica-Europea, che collegherà Shanghai, in Cina e Francoforte, in Germania passando per la suddetta Regione (2). Il petrolio e il gas che fluisce dal Caspio sarà attraversato sulla strada per l'Asia-Pacifico. I confini della Regione sono con il Tibet. Il clamore sollevato da Washington di volta in volta per le violazioni dei diritti umani in Tibet è un trucco usato dalla macchina di propaganda degli Stati Uniti per condurre una guerra di informazione contro la Cina.
 

 
Gli Stati Uniti fanno qualunque sforzo per sostenere i separatisti Uiguri all'estero, per esempio il Congresso mondiale degli Uighur guidato da Rabiya Kadir, uno dei più ricchi cinesi nel mondo.. incontra membri del Congresso degli Stati Uniti e ha anche avuto un incontro con George Bush. Lei è un simbolo pubblicizzato dalla resistenza Uigura. Le 10 Condizioni dell'Amore, un film dedicato a lei è stato girato nel 2009. Nonostante le proteste di Pechino, è stato incluso nel programma del festival di Melbourne.
 
Il Congresso mondiale degli Uiguri collabora con il cosiddetto governo tibetano in esilio e ha filiali in molti paesi, anche in Australia. Va notato che le potenze anglosassoni (Stati Uniti d'America, Gran Bretagna, Nuova Zelanda e Australia) sono state tra coloro che hanno la Cina nella loro agenda come ordine del giorno da un certo numero di anni. Ad esempio qualche tempo fa, l'Australia è diventato un paese di accoglienza per le unità dei Marines Americani.
 
Washington utilizza principalmente tre questioni per esercitare pressioni sulla Cina: Taiwan, il Tibet e la regione dello Xinjiang, dove le proteste separatiste sono in aumento. Ecco perché gli Stati Uniti sono ben disposta verso la crescita del nazionalismo Uiguro, utilizzando ogni occasione per stimolare la sua radicalizzazione ...
Tradotto e Riadattato da Fractions Of Reality
 
 

 

Share
Power by: Arslan Rahman