Perquisizioni anti-materiale religioso

 

Le autorità della regione dello Xinjiang hanno cominciato a perquisire le case dei musulmani uiguri alla ricerca di «oggetti illegali», in particolar modo materiale religioso e abbigliamento, dopo che l'invito a consegnare spontaneamente tale materiale è scaduto lo scorso fine settimana. Ai primi di marzo, le autorità di Hotan e Guma avevano emesso un ordine che ingiungeva alla popolazione uigura di consegnare articoli «non consentiti» come pubblicazioni religiose, calendari e utensili con la stella islamica e con il logo della mezzaluna, abbigliamento connotato religiosamente, come ad esempio veli e burka. Gli uiguri avrebbero dovuto consegnare gli oggetti entro il primo aprile, dopo di che l'ordine stabilisce che «verranno affrontate le insolvenze», senza specificare come. Ne giorni scorsi, veli e barbe lunghe erano stati vietati nella regione.

 

 

 

 

 

Share
Power by: Arslan Rahman