‘più di 30’ parenti di Rebiya Kadeer in prigione

 

Secondo la leader uigura essi sono in prigione o nei campi di lavoro forzato (rieducazione). Ma la loro sorte è simile a quella di “milioni di famiglie uigure”.  Controlli e arresti in aumento.

 

 Più di 30 parenti della leader uigura Rebiya Kadeer sono in prigione, compresi due suoi figli che erano stati già detenuti per “attività di secessione” e per “evasione di tasse” .

Lo conferma la stessa Kadeer, dicendo che ella non è sicura dei luoghi in cui i suoi parenti sono incarcerati, ma è probabile che essi siano “stati mandati in prigione o nei campi di rieducazione”. Dallo scorso aprile migliaia di uiguri accusati di “estremismo” e di visioni politiche “non corrette” hanno subito la stessa sorte.

A Rfa, la Kadeer ha dichiarato: “Dei miei parenti più stretti - compresi I miei figli e I miei nipoti, almeno 11 persone sono detenute. Ma se include i figli di mio fratello e altri parenti, sono arrestati più di 30”.

 

In ogni modo, la leader uigura ha sottolineato che la sua famiglia è solo una dei “milioni di famiglie uigure… che pagano il prezzo per chiedere i nostri legittimi diritti”.

 

 

 

 

 

Share
Power by: Arslan Rahman